Comportamento

El g la crpa dra cme 'n ss


Ha la testa dura come un sasso Per indicare la cocciutaggine di alcune persone si preso come metro di paragone la durezza del sasso, materiale assai usato e noto per la sua resistenza
A lte 'l vucri 'ngui mr e spd dls
A volte necessario ingoiare amaro e sputare dolce Era una frase che calzava a pennello per i rapporti tra nuora e suocera; la nuora, ultima arrivata nella casa doveva sottostare al volere della suocera, ma fingersi comunque felice della sua situazione per non aggravarla ulteriormente e mettere in situazioni scomode il marito
Apna 'l qurcc 'l sa chl ch bi 'n padla

 
Solo il coperchio sa quello che bolle in pentola Era un modo di dire che stava ad indicare il pudore dei nostri vecchi a mettere in piazza le difficolt o i malanni presenti nelle famiglie; solo chi viveva nel nucleo familiare poteva conoscere come stavano le cose
Cambi la
Cambiare direzione Cambiare modo di vivere, cambiamento radicale.
Chi cnta a tula e mngia a lt, l' 'n mt perft

Quello che canta a tavola e mangia a letto, un matto perfetto Avere comportamenti non convenzionali, come ad esempio cantare mentre si mangia o mangiare mentre si nel letto, era giudicato sintomo di problemi mentali, cose da pazzi
Chi pl 'n pt cumnda 'n pt, chi pl 'n po' cumnda 'n po'

Chi pu poco comanda poco, chi pu un po' comanda un po' A volte la smania di comandare pu nascondersi anche in persone che, pur non avendo un ruolo di comando, se si trovano ad essere investite di una qualche carica, fanno sentire in tutti i modi il loro peso, anche a sproposito e rendendosi spesso ridicole
Chi v 'n s, chi v 'n z, chi resta 'n cl biz
Chi va in su, chi va in gi, chi resta col culo per aria C' chi sale e chi scende nella scala sociale e nella ricchezza, ma c' anche chi subisce dei tracolli e va con le gambe all'aria
Chi ch g para del pec i mri cul cl pel
Quelli che hanno paura del peccato, muoiono col culo pelato Non sempre la vita permette di essere corretti e rispettosi degli altri se uno vuol fare carriera e farsi avanti, altrimenti, se ha troppe remore non riuscir mai a sfondare e morir povero senza soldi (cul cl pel)
Cumudla a de sra de Br
Sistemare la cosa sopra Breno Si diceva in alta valle quando si risolvevano le questioni senza appellarsi al tribunale che si trovava a Breno; mettersi d'accordo bonariamente
Cun l'cc i la rda e cun li m i la sgrafgna
Con l'occhio la guardano e con le mani la rubano
 
Dghi la frana
Dare la zizzania Minacciare pesantemente. Probabile il riferimento alla parabola del vangelo di Matteo (13, 24-30). La frana il loglio o zizzania che cresce col grano.
Del fch cur, de l'qua scap
Se c' un incendio accorrete, se c' un'inondazione scappate Uno dei modi di dire che scaturivano dall'esperienza; quando c'era un incendio era necessario che tutti accorressero per formare una catena di secchi per spegnere il fuoco, ma se si trattava dell'acqua che esondava l'unica salvezza poteva essere la fuga
ghen 'na patta

Averne una patata Non poterne pi di una situazione o di una persona, essere stufo.
El fa 'l diul a qutru


 
Fa il diavolo a quattro Quando uno per raggiungere il suo scopo disposto a tutto, costi quel che costi, anche se la cosa pu provocare discordia o risentimento negli altri, viene paragonato al diavolo che si fa in quattro e quindi provoca un grande trambusto
El g 'l c 'n de li nule
Ha la testa tra le nubi Persona che spesso sembra su un altro pianeta, che non segue il discorso o che non concentrata nel suo lavoro.
El g 'n diul per ca

 
Ha un diavolo per capello Gi uno che ha un diavolo in corpo persona non certo tranquilla, ma uno che per ogni capello ha un diavolo (a meno che sia calvo) certamente super agitato, infuriato, non ci sta pi con la testa, fuori di s
El g argt per la cagna
Ha qualcosa per la cesta Avere qualcosa per la mente, avere un progetto non conosciuto dagli altri, avere un'idea fissa.
El g dt 'na rezentda
Gli ha dato una ripassata Corrisponde all'italiano una lavata di capo per dire che qualcuno era stato rimproverato con forza
El g l'i 'n del cl

Avere l'aglio nel sedere Detto di persona irrequieta, che non sta mai ferma, che fa le case di fretta.
El g la bca taida per trars


Ha la bocca tagliata in senso verticale Persona che parla male di tutti, che trova sempre un pretesto per denigrare il prossimo.
El g la cra de fn am e mai pents
Ha la faccia di uno che ne combiner ancora senza  pentirsi Detto di persona che combina spesso marachelle, ma non impara dai suoi errori e non si pente di quello che fa.
El g li fte de salm si cc

 
Ha le fette di salame sugli occhi Non c' peggior cieco di chi non vuol vedere. Una persona che ha gli occhi coperti da ottime cose come le fette di salame, gustose come cibo, ma pericolose sugli occhi quella che non riesce a vedere quello che tutti vedono, molto spesso perch accecata dall'amore o dalla fiducia riposta in altri
El g mga tcc i s a c
Non ha tutti i suoi a casa Chi si comporta in modo strano, senza criterio, quasi da pazzo.
El g para po' de la sua umbra

Ha paura anche della sua ombra Non tutti nascono con un cuore di leone, c' anche chi ha un cuore di coniglio che a volte pu anche salvarlo. Certo che avere paura della propria ombra vuol dire essere veramente fifoni, persone su cui non fare affidamento nel caso di situazioni complicate, dove bisogna mostrare i denti
El g p tcc i s a c

Non ha pi tutti i suoi a casa Detto di chi d i numeri, che si comporta come se fosse privo di qualche rotella, scriteriato
El gh fa tir li gle
Lo stuzzica per la gola Far desiderare una cosa ad un bambino, prenderlo per la golosit.
El gh fa umbra
Gli fa ombra Fare soggezione
El sa gn de m, gn de t
Non sa n di te, n di me Detto di persona scialba, incerta, senza personalit, che non poteva essere in grado di esprimere valutazioni degne di essere prese in considerazione
El t'ha mga tt la msa
Non ti ha tolto la messa Significa che non ti stato fatto un affronto cos grave come poteva essere togliere al prete la facolt di dire messa per qualche rilevante mancanza commessa dallo stesso e che poteva portare alla riduzione allo stato laicale del religioso
El v a rda
Andare a ruota o come una ruota Pu significare sfruttare gli altri, ma pu anche indicare chi non smette pi di parlare.
El vucri tiri f li parle cul ramp
E' necessario cavargli le parole con un gancio Persona taciturna, che deve essere quasi obbligata a parlare, come se le parole uscissero a fatica.
Fi mga caso, 'l prla perch 'l g la bca

Non farci caso, parla perch ha la bocca Quando uno parla senza sapere esattamente cosa sta dicendo, come se le parole uscissero dalla bocca in libert, solo per parlare
Fch de pia


 
Fuoco di paglia La paglia era usata come combustibile in alcune occasioni, come quando si facevano i fal perch ha il pregio di bruciare velocemente, ma di spegnersi in fretta: significa durare poco
Ghe farm li scle de sda
Gli faremo le scale di seta Detto che nasconde una certa acredine ed era usato per chi mostrava di non gradire certe proposte o attivit, specialmente nei rapporti tra suocera e nuora dove gli screzi erano pi frequenti e la madna si sentiva spesso minacciata nella sua autorit dalla spsa che aveva idee diverse dalle sue
Gh p tmp che vta
C' pi tempo che vita Il tempo una cosa preziosa soprattutto per chi, come l'uomo, ne ha a disposizione solo una quantit limitata perch poi la vita finisce.
A tula e a lt sg mga de i rispt

 
A tavola, e a letto, non bisogna avere vergogna un invito a godere dei piaceri del cibo e del sesso senza troppi moralismi; a tavola e a letto non bisogna farsi scrupoli e prendere ci che ci piace senza alcuna remora morale che non sia la libert altrui
Grgna, grgna che la mma l'ha ft i gnch
Ridi, ridi che la mamma ha fatto i gnocchi E' detto quando si vuol far capire a qualcuno che non c motivo di ridere, ma linvito di ridere pure mentre la considerazione per la persona che si ha davanti si abbassa.
Ign a na
Venire al dunque Detto di persone inconcludenti, che non prendono mai una decisione o che non si spicciano a fare una cosa.
nt de 'n urcia, f de l'ltra

Dentro un orecchio, fuori dall'altro Quando uno non presta attenzione a quello che viene detto e quindi le parole non lasciano traccia nella mente, come se entrassero da un orecchio ed uscissero dall'altro
L' crap cme 'n ml

E' testardo come un mulo Il mulo era un animale molto usato nella nostra zona per le sue doti di resistenza e di forza e deriva dall'unione di un asino e di una cavalla. Il mulo pu trasportare grandi pesi direttamente sulla groppa e questo ne ha permesso l'uso da soma, specialmente in montagna. I muli sono ritenuti testardi
L' cme parli al mr
E' come parlare con il muro Quando i vecchi parlavano e i giovani non ascoltavano i consigli era come se le parole dette le avesse udite solo il muro che evidentemente non dava risposta
L' deb cme l'qua che bgna 'l f
E' buono come l'acqua che bagna il fieno Si diceva solitamente parlando di bambini che non erano per niente tranquilli e buoni e venivano paragonati all'acqua estiva che cade sul fieno che sta per seccare bagnandolo nuovamente e costringendo il contadino a rifare il lavoro
La gh fmda
Gli fumata Una persona arrabbiata si scalda nella discussione e sembra che il sudore evapori come una nebbia; indica l'essere oltremodo arrabbiati
La prma la s perdna, la segnda la s bastna
La prima si perdona, la seconda si bastona Sbagliare umano, ma insistere nell'errore diabolico dice la chiesa; i nostri vecchi molto pi semplicemente concedevano uno sbaglio, ma gi al secondo c'era la punizione
La p spsa l' de 'nbutigli
La pi consistente da mettere in bottiglia Detto quando si prova un grande spavento che comporta anche reazioni dell'intestino a causa della paura. Essere in preda al panico.
La s psa ads da li grignde
Si piscia addosso dalle risate A volte le risate troppo grasse possono produrre una contrazione involontaria che produce una piccola perdita di urina. E' un rimprovero per le risate troppo spinte
La trpa cunfidnsa la fa prdi la crensa

La troppa confidenza, fa perdere il rispetto Quando c' molta confidenza specialmente tra ragazzi ed adulti, specie se questi ultimi ricoprono ruoli di autorit, pu venire meno il rispetto e quindi la considerazione in cui deve essere tenuto chi ha un ruolo educativo o di guida
Las f la bca


 
Sciacquarsi la bocca Sparlare di qualcuno, fare dei pettegolezzi su qualcuno.
Ligsela al d
Legarsela al dito Non perdonare un'offesa, conservare rancore.
Mai 'l p pent
Mangiare il pane del pentimento Ricredersi, pentirsi in ritardo per un'occasione avuta o per una cosa fatta o non fatta.
Mai cul c 'n del sch

 
Mangiare con la testa nel sacco Vivere senza preoccupazioni perch qualcuno pensa ai tuoi bisogni e ti mantiene.
Mai signr e cag diui
Mangiare il signore e cagare diavoli Detto di chi si mostra molto devoto, magari facendo la comunione tutte le mattine (mai signr), ma poi nella vita di ogni giorno si comporta in malo modo, facendo del male al prossimo (cag diui)
Mti mga la pia viz al fch
Non mettere la paglia vicino al fuoco Era riferito soprattutto alla vicinanza tra maschi e femmine nell'et dello sviluppo dove la paglia era la ragazza ed il fuoco era il giovanotto
V miga a cerc 'l frt per 'l lt

Non andare a cercare il freddo per il letto Quando ancora le case non avevano il riscaldamento centralizzato, la camera da letto era gelida e solo il letto era riscaldato con la scaldina, per cui era sufficiente spostare i piedi dalla zona calda per trovarsi al freddo; significa andare a cercarsi rogne quando si potrebbe fare a meno
'Nd f de carezda

Uscire dalla carreggiata Uscire dal solco tracciato dalle ruote dei carri che erano passati prima era molto pericoloso specialmente nella stagione invernale, quando la neve copriva le strade e le tracce delle carreggiata erano un'indicazione sicura. In generale indica abbandonare la tradizione ed esporsi ai pericoli
'Ndghi dr cun la ml
Circuirlo con il miele Detto di chi cerca di ottenere favori blandendo la persona che pu concederli.
Ptst ch fa brta figra, l' mi la ra 'n c e dum la ca.
Piuttosto che fare brutta figura, meglio una rapa oggi e domani la coda (della rapa) Essere rispettati e considerati persone serie era un'esigenza dei nostri avi non meno della nostra per cui, quando la povert era imperante e il cibo a volte scarso, si preferiva patire la fame, rappresentata dalla rapa oggi e la sua radice (ca) domani, piuttosto che fare brutta figura.
Se 'l cunsi da la nda
Lo si conosce dal segno distintivo La nda, detta in dialetto anche tca (da cui deriverebbe il termine dialettale tcui per indicare le pecore) era il segno distintivo di ogni gregge e consisteva in alcune tacche poste sui lobi delle orecchie per poter distinguere gli animali quando le greggi si mescolavano
S de ch p che t vt sp
So da che piede zoppichi Quando si conoscono le persone da lungo tempo, si sa gi in anticipo dove vogliono andare a parare per cui facile prevederne le mosse
St sl desmenteg
Fare finta di dimenticarsi Riferito a persone che dovendoti dei soldi o dei favori, fanno finta di niente, come se avessero rimosso dalla memoria il debito.
T ght de cambi la
Devi cambiare direzione, vita Quando le cose non vanno per il verso giusto, non si possono apportare piccoli cambiamenti nel modo di vivere, necessario invertire la rotta in modo deciso
T st 'na schna drta

Sei una schiena diritta Riservato a tutti gli sfaticati che non sono disposti a curvare la schiena per lavorare
Trghet 'n men


 
Fermati un attimo Veniva detto ai bambini vivaci che non stavano mai fermi o alle persone che cercavano di sottrarsi ad un incontro non in programma e che avrebbe fatto perdere tempo
Turn cun li pe 'n del sch
Tornare con le pive nel sacco Il detto deriverebbe dall'antica usanza militare di suonare la tromba o la cornamusa durante le marce di trionfo dopo una vittoria. In caso di sconfitta l'esercito si ritirava invece in silenzio, senza suonare gli strumenti musicali che rimanevano chiusi negli appositi sacchetti di custodia oppure negli zaini dei soldati (nel sacco).
V a d va i cip
Va a dar via il culo Ingiunzione abbastanza volgare per porre fine ad una disputa o a un confronto che evidentemente non ha avuto carattere amichevole o incontro di opinioni condivise, ma si risolto in un muro contro muro
En b auct 'l fa pas per cagnl perfino 'n gt

 
Un buon avvocato fa passare per cane perfino un gatto Il rapporto con gli avvocati deve essere stato quasi sempre conflittuale per i nostri vecchi perch temevano la capacit di alterare la realt con i loro sofismi e la loro dialettica
En du ch 'l ra 'l pitr, scpa po' al signr
Dove arriva il pittore, scappa anche il signore (crocefisso) Quando il pittore (inteso come imbianchino) si appresta a lavorare necessario togliere tutto quello che c' sulla parete, compreso il crocefisso. Il detto per si riferiva al trambusto e ai disagi che l'arrivo del pittore in casa provocava, specialmente per le necessarie pulizie a lavoro ultimato
Gh mga 'na c de sir 'n du l'bies mga pis 'n mradr
Non c' casa di signore in cui non abbia pisciato un muratore Si rifaceva all'abitudine dei muratori di urinare direttamente sul posto di lavoro e quindi anche nella costruzione delle case per i signori. Magra consolazione per chi lavorava dieci, dodici ore al giorno per un misero salario
I err dei dutr i v s tra snsa fa rumr
Gli errori dei dottori vanno sotto terra senza fare rumore Si racconta che Socrate, venuto a sapere che un suo amico da pittore era diventato medico, disse che era stato molto accorto lasciando l'arte dove gli errori erano palesi e dandosi a quella i cui errori si nascondono sotto terra
Lcrime de prit e sdr de strad i ha mai bagn gn 'n scal

 
Lacrime di prete e sudore di stradino, non hanno mai bagnato neanche un gradino Per indicare due categorie che non si dannavano l'anima per le disgrazie altrui o per il troppo lavoro: il prete officiava i funerali senza pianto e lo stradino smetteva di lavorare prima di sudare
V pinu barbr ch l'qua la scta
Fai piano barbiere che l'acqua scotta E' facile lavorare sulla pelle altrui, ma il malcapitato che subisce cerca di far sentire le sue ragioni.